Valentino Rossi fa una confessione sui suoi anni più duri

valentino rossi
©press@dainese.com

Valentino Rossi nel corso della trasmissione ‘Non mollare mai – Storie tricolori’ su Rai 1 ha fatto un bilancio della sua carriera, quando ancora deve decidere se proseguire nel 2021 o ritirarsi. “Il mio sogno era vincere, diventare campione del mondo, ma sinceramente non sapevo neanch’io bene cosa aspettarmi. Ho fatto più di quanto pensassi: sono contento”.

Nella prima parte della sua carriera, Valentino Rossi era praticamente inarrestabile, e i suoi particolari festeggiamenti gli hanno permesso di farsi conoscere al grande pubblico. “Quelli sono stati degli scherzi che però sono piaciuti moltissimo alle persone. Abbiamo fatto conoscere il motociclismo a nonni e bambini e a tutti coloro che non lo seguivano. Quelle scenette riuscivano bene perché erano naturali, si toglieva quel peso di prendersi sul serio, era giusto per farsi una risata”.

Nella ultima parte della sua carriera, non sono mancate invece le delusioni. “Ho avuto una prima parte di carriera dove ho vinto molto, cosa che pochi campioni hanno fatto. Gli anni più duri invece, dove ho vinto meno e ho avuto maggiori delusioni, mi hanno però regalato giornate che mi hanno dato più gusto di quando vincevo 12 gare di fila”.

Potrebbero interessarti anche...