Aprilia, è qui la festa. Aleix Espargaró in lacrime

Aprilia, è qui la festa. Aleix Espargaró in lacrime

Aprilia
©Ufficio Stampa Aprilia

Aprilia trionfa nel Gran Premio di Argentina, cogliendo con Aleix Espargaró la prima vittoria nella classe MotoGP. Per la Casa di Noale, uno dei marchi più vincenti nella storia del motociclismo sportivo, è la vittoria numero 295 nel motomondiale, la prima nella nuova era a quattro tempi della massima competizione a due ruote dopo gli innumerevoli successi raccolti nelle classi 125 e 250 cc.

Una giornata storica, che incorona anche Aleix Espargaró proprio nel suo 200° GP nella classe regina: da vero Capitano della squadra, Aleix è stato protagonista di un fine settimana da incorniciare, condito da pole position, vittoria e giro più veloce in gara. Un segnale inequivocabile dell’ottimo livello di competitività raggiunto dalla Aprilia RS-GP 2022.

Grazie a questa vittoria, Espargaró è ora in testa alla classifica generale piloti con 45 punti, a ulteriore dimostrazione di un inizio di stagione più che positivo per tutto il team Aprilia Racing, che a Termas de Rio Hondo vede anche Maverick Viñales cogliere la sua miglior prestazione stagionale, settimo al traguardo dopo aver mantenuto la top five per parecchi giri.

“Sono molto orgoglioso per questo traguardo che abbiamo raggiunto, abbiamo affrontato un lungo percorso per arrivarci, ma finalmente ce l’abbiamo fatta! È stato un weekend bellissimo, ma non è stata una gara semplice: in prova ero stato velocissimo, così come nel Warm Up, ma in gara ho sofferto un po’ la mancanza di grip. Non mi sono perso d’animo, ho provato a cambiare diverse volte il setup dell’elettronica per ovviare a questi problemi e alla fine sono riuscito a migliorare. Ero più veloce di Martin di qualche decimo, ma non è stato affatto facile superarlo, anche perché per me era una situazione nuova, non mi ero mai trovato a lottare per la vittoria in MotoGP. È stato davvero emozionante, soprattutto l’ultimo giro. Sono contentissimo per Aprilia, per me e per la mia famiglia, ce lo meritiamo. Grazie ancora al team, a chi lavora a Noale e al Gruppo Piaggio per il supporto. Ora siamo anche in testa al campionato, ma cerchiamo soltanto di sfruttare il momento positivo, continuando a divertirci e rimanendo coi piedi per terra” ha detto Aleix.

Mattia Pasini, momenti di paura a Misano
Le pagelle del Gp d’Argentina

Potrebbero interessarti anche...